Close

Blog Categories

Latest Posts

Quanto costa prendere in gestione un bar?
Quanto costa l'affitto di azienda di un bar? Conviene affttare un bar o è meglio comprarlo? Come verificare se il...
on set 15, 2019 | by System Administrator
Business plan esempio pratico, le 10 ragioni per utilizzarlo
LE 10 RAGIONI PER CUI È PIÙ FACILE FARE UN BUSINESS PLAN PARTENDO DA UN ESEMPIO PRATICO GIÀ FATTO In questo articolo...
on dic 29, 2018 | by System Administrator
Business plan palestra: gli errori da non fare mai
Business plan palestra: come farlo bene ed ottenere subito un finanziamento
on nov 16, 2018 | by Stefano Ventura

modello di business plan già fatto, vantaggi e consigli

Posted on: set 29, 2018 | Author: Jessica | Categories: Business plan

Un modello di business plan già fatto è l'opzione migliore per iniziare?

Quello che sappiamo per certo è che non si può avviare una nuova impresa senza aver prima realizzato un business plan ben fatto soprattutto se si ha in mente di investire grosse somme di denaro e, l’aggettivo “grosse” non rappresenta un valore assoluto ma è relazionato alle proprie disponibilità.

modello di business plan già fatto, vantaggi e consigli

In questo articolo vedremo se per fare un buon lavoro è meglio partire da zero o da un modello di business plan esistente e anche se si può realizzare a mano o se è più indicato utilizzare un software.

Per evitare di tenere troppa carne al fuoco rispondiamo subito alla seconda domanda: un business plan deve esprimere la redditività prevista e il fabbisogno finanziario dell’idea di business e questi sono numeri che non ci possiamo inventare e che, soprattutto, dobbiamo dimostrare come abbiamo ottenuto. Ora, a meno che non siate dei piccoli geni esperti in contabilità e bilancio, non potrete mai calcolare e ottenere questi dati da soli ed in tempi ragionevoli. Quindi la risposta è: SI, vi serve un software e che sia ben fatto e semplice da utilizzare e soprattutto che non vi chieda dati come fatturato, rimanenze, percentuali di crescita, utile previsto … altrimenti siamo daccapo. Questi sono i dati che deve calcolare il software, non voi!

E adesso concentriamoci sul problema principale e facciamo una domanda: qual è la prima cosa a cui pensiamo quando dobbiamo fare qualcosa di nuovo? Che si tratti di cucinare un risotto, togliere una macchia da una maglietta, imparare un passo di salsa o, per i più intraprendenti, farsi da soli un vestito?

Vi siete già dati una risposta? Credo che la maggior parte di voi abbiano pensato a youtube, google o internet in generale. Per cercare cosa? Un modello ovviamente! Qualcosa da copiare, imitare o da cui prendere spunto.

"Nella vita come nel realizzare un business plan non possiamo fare a meno di un modello"

. Si ma quale? Ne abbiamo di tanti tipi!

Ad esempio potrebbe essere utile un modello di business plan da compilare?

Se ci fate caso è una delle principali ricerche su google ma, a nostro parere, sarebbe solo tempo perso. È piena la rete mi modelli di business plan in pdf o di esempi di business plan in word, che magari possiamo modificare con i nostri dati e aggiungere o togliere parti di testo, ma poi? Se è impostato ad esempio su un ristorante con numero di coperti e prezzi diversi dai nostri come facciamo? E se anche il personale è differente così come gli investimenti? Come possiamo sapere quale sarà la nostra redditività e di quanti soldi avremo bisogno? Idea scartata … possiamo leggerlo per prendere qualche spunto ma nulla di più.

E cosa ne pensate di un modello di business plan in excel gratis?

Ce ne sono tanti in rete e probabilmente risolverebbe i problemi di cui parlavamo prima e cioè, probabilmente, avremo la possibilità di cambiare i dati diversi da quelli della nostra idea commerciale. Vero e sicuramente ci stiamo avvicinando all’obiettivo. L’utilizzo di excel è fondamentale per costruire un buon piano aziendale che ci dia anche la possibilità, dopo averlo realizzato, di modificare qualche dato e poter fare tutte le simulazioni per vedere gli effetti della variazione dei prezzi, dei clienti, degli investimenti ecc. Il problema è che i modelli di business plan da scaricare gratis che abbiamo preso in esame partono già tutti da dati di fatturato arrivati chissà da dove e percentuali di crescita inventate di sana pianta e quindi sono risultati tutti inutilizzabili per poter fare un buon lavoro realistico e convincente per chi dovrà leggere il nostro business plan.

In rete si trovano tanti esempi di business plan già fatti gratis per attività specifiche

e, se siete fortunati, potreste trovarne uno già fatto per la vostra impresa. Sicuramente vi sarebbe utile per trarne spunti ed idee e anche per copiare qualche passo che attira la vostra attenzione. Un esempio pratico di business plan può aiutarvi ad impostare il lavoro ma non a completarlo e ad ottenere uno strumento utile per realizzare e sviluppare la vostra business idea e convertirla in un’idea vincente in grado di attirare finanziamenti e investimenti.

Avendo escluso le opzioni che riteniamo inutili (e a volte anche dannose) ed essendoci avvicinati invece a capire di cosa abbiamo bisogno davvero per trasformare la nostra idea commerciale in un business plan vincente e anche convincente (e deve esserlo se volete che le banche vi finanziano e gli investitori immettano capitale nella vostra impresa) possiamo azzardare la definizione di ciò che ci servirebbe.

Quello di cui abbiamo bisogno è

“un modello di business plan, specifico per la nostra attività, con un budget aziendale almeno a tre anni che parta dagli elementi base dell’impresa per arrivare a creare il bilancio ed il rendiconto finanziario e che esporti tutti i dati economici e finanziari più importanti in un documento di business plan già strutturato per punti e già sviluppato”

Stiamo chiedendo troppo? E dove lo troviamo un modello di business plan gratis fatto così?

Sicuramente stiamo chiedendo molto però qualcosa del genere (quasi) gratis lo abbiamo già trovato!

Ma prima di dirvi dove vediamo di chiarire meglio la definizione che vi abbiamo appena dato:

“modello di business plan specifico per la nostra attività …”

Intendiamo che si tratti di un caso pratico di business plan già fatto e personalizzato per specifiche attività come ad esempio il ristorante, un hotel, il bar, una start-up, una palestra o una azienda agricola.

“con un budget aziendale almeno a tre anni …”

Cioè deve aver sviluppato il budget aziendale economico e finanziario a tre o cinque anni ottenendo il bilancio CEE a 5 anni, il rendiconto finanziario, i costi fissi e variabili ed il fatturato complessivo, l’analisi finanziaria analitica (meglio se con dettaglio mensile) e magari anche l’analisi di bilancio per poter valutare la redditività, il punto di pareggio, l’analisi della liquidità ecc.

“che parta dagli elementi base dell’impresa per arrivare a creare il bilancio ed il rendiconto finanziario …”

Questo è molto importante perché fatturato, costi, bilancio e rendiconto finanziario devono essere il punto di arrivo e non di partenza. Il punto di partenza deve invece essere rappresentato dall’individuazione di ogni singolo prodotto e servizio che andremo a produrre o commercializzare, dal relativo singolo prezzo di vendita, dagli investimenti che andremo a realizzare per avviare la produzione o per predisporre il nostro negozio o il nostro ufficio, dai singoli costi per la realizzazione di una unità di prodotto o di un singolo servizio. E poi potremo iniziare a definire i volumi di produzione e di vendita non in termini di costi e fatturati ma di unità di beni prodotti e venduti.

“… e che esporti tutti i dati economici e finanziari più importanti in un documento di business plan già strutturato per punti e già sviluppato”

E come si usa dire “last but not least” … l’esportazione automatica dei dati ottenuti nel budget in un modello di business plan in word, già ben strutturato con tutti i punti più importanti che non devono mancare in un documento di business plan e meglio ancora se già redatto da un esperto in modo da limitarci a modificare quanto già scritto sulla base del nostro progetto specifico.

Sarebbe bello avere tutto ciò a disposizione, ci permetterebbe di realizzare il business plan richiestoci dalla banca in poche ore o magari di sviluppare un lavoro approfondito per essere sicuri di avviare la nostra impresa riducendo al minimo i rischi senza perdere tempo e concentrandoci sulla nostra impresa.

Tenete presente che rivolgerci ad un professionista per ottenere un business plan ci può costare dai mille ai cinquemila euro e aggiungo due cose: 1) non tutti i commercialisti sono in grado di farlo. 2) La maggior parte di loro utilizzano proprio questi software e voi li pagate semplicemente per inserire i dati che voi gli date e che potreste inserire voi direttamente.

Dunque perché non fare un lavoro ancora migliore, senza l’ansia che ogni modifica vi costerebbe centinaia di euro, che potrete utilizzare nel tempo per controllare le fasi di realizzazione del vostro business e, dulcis in fundo, (quasi) gratis?

Ebbene sì, potrete trovare tantissimi software con modelli di business plan già fatti

per quasi tutte le attività economiche, sia commerciali che professionali, di servizi e per le attività produttive. Cercate quello che fa per voi su BSNESS.COM, su SOFTWAREBUSINESSPLAN.IT, su STARTUPBUSINESSPLAN o sul NEGOZIO ONLINE 1BUSINESSPLAN.IT

Noi siamo rimasti molto soddisfatti come tantissimi altri imprenditori già sul mercato da tempo o che stanno per realizzare la loro prima esperienza imprenditoriale. Quello che possiamo dirvi con certezza è che con questi software già testati da noi il detto minima spesa massima resa, cade a pennello!

Comments (0)

No comment

Add a comment

You need to Login to add comments.

Close